Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech

Memoria

Memoria
Ciò che resta nel comune sentire

L'analisi dell'esistente implica la conoscenza della storia e delle tradizioni di un popolo, ma anche la cura per la memoria, ossia di ciò che resta nel senso comune di questa storia e di queste tradizioni.

La Storia viene fissata e tramandata dagli storici in base ai documenti e alla loro valutazione e conservazione. La memoria degli eventi storici, invece, può essere corta o degradata: i ricordi svaniscono o vengono modificati nel tempo per favorire le relazioni psicologiche e sociali all'interno di una popolazione e deformare il senso della storia.

Spesso una cultura dominante, che conserva e non è in grado di progredire seppure nella tradizione, può innescare cattive abitudini e degradare il tessuto sociale ed economico di un territorio e di chi lo abita. In questa sezione vorrei che venisse analizzata la nostra storia recente e le nostre tradizioni consolidate, per rimetterle in discussione se necessario, al servizio di una svolta culturale e di un deciso cambiamento.

 

 

Leggi

   I primi passi del fascismo iglesiente a cura di Alessandro Usai

   I massoni a Iglesias a cura di Grazia Villani

   Non io, non io: ricordando mio padre, Manlio a cura di Riccardo Massole

   Iglesias: martedì, 11 maggio 1920 a cura di Mauro Ennas

   Ingiustizie: ieri e oggi a cura di Daniela Aretino

   Il lato oscuro di Quintino Sella a cura di Mauro Ennas

 

Aggiungi commento

I commenti possono essere anonimi.
Se il nome è già presente cambia il nome finché ne trovi uno non presente.
Commenti brevi e circostanziati. Grazie!
Questo sito non raccoglie dati personali.
Se volete lasciate un riferimento volontario alla fine del testo (ad esempio nome completo e/o e-mail).
I messaggi poco significativi saranno rimossi.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech